/ Cose che imparano i cuori

Sfilarsi delle mani. Disfarsi delle notti.
Cuore piccolo in un petto grande. Come pulsa
rapido, quasi volesse illuminare una cava.

Tutto quello che sopporto. Tutto quello che, e ancora
sopporto. L’imponente torace cattolico,
a lato lungo i fianchi scattavano le sue ali,
sbattevano agili, sogno di congegni ancestrali,
dalle antenne febbrili, cigolanti e tremule, questo era
sistemico: il piccolo che pulsa profondo nel grande.

Come sentissi una fine. Vidi i colori del lutto,
vidi i colori della felicità, erano simili, questo
imparano i cuori, se è loro permesso: mortalità.

– Monika Rinck

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...