Etichettato: Izet Sarajlic

/ Quando sono lontano da te

Quando sono lontano da te
tu pensi sta bene
Circondato dall’attenzione generale
può tornare a fare il poeta
Qualche volta lo sorprende la pioggia
la pioggia degli altri Stati
Allora entra in un caffè e la pioggia
lo aspetta davanti alla porta perché ne possa
scrivere un poema.

Quando sono lontano da te
tu neppure intuisci quanto diventa importante
ogni tuo movimento
di cui nessuno mi avverte
Al servizio dell’uomo
hanno inventato l’aereo il telefono e la posta
ma nell’aria circolano solo cattive notizie
Quanti soldi perché i corrispondenti speciali
possano scrivere del finimondo.

Quando sono lontano da te
a ogni momento qualcuno può gettare
una bomba fra noi.

Izet Sarajlic

Annunci